Vuoi inserire un evento, una news, promuovere la tua attività o il tuo circolo ippico? leggi la GUIDA e scopri come si fa!
News dal mondo dell'equitazione

Published on febbraio 3rd, 2015 | by Giorgia

0

Focus sulla cura dei prodotti in cuoio

Equestrian Roma è una nuova e giovane selleria che mette al servizio dei suoi clienti il suo know how e l’amore per l’equitazione. Il sito della selleria pubblica periodicamente news ed articoli interessanti per chi pratica l’equitazione o è semplicemente appassionato di questo sport avvincente. Alcuni giorni fa è comparso un approfondimento molto interessante sulla cura dei finimenti in cuoio. Chiunque abbia mai cavalcato o posseduto un cavallo sa quanto costi procurarsi tutta l’attrezzatura necessaria, e visto il costo iniziale è normale desiderare di svolgere una manutenzione accurata per far durare più a lungo gli accessori in cuoio. Vi offro perciò un riassunto del post pubblicato da Equestrian Roma, sperando che possa essere utile per voi come lo è stato per me.

Come svolgere la manutenzione quotidiana

La prima regola per far durare di più i finimenti in cuoio è di pulirli almeno ogni 5 utilizzi, ma se ci riuscite anche più spesso. La pulizia deve essere svolta con prodotti specifici che rispettano la struttura della pelle e la trattano con delicatezza. La pelle deve essere pulita e tenuta al riparo dalla muffa e dai funghi. Non acquistate prodotti aggressivi e controllate che il prodotto scelto abbia un ph neutro. Dopo aver trattato la pelle con un prodotto specifico per la pulizia, bisogna applicare un balsamo. Il balsamo non ha solo lo scopo di ammorbidire e rivitalizzare la pelle, ma anche di costruire una barriera che proteggerà il materiale dallo sporco e dall’acqua, mantenendolo pulito più a lungo.

Cosa fare se la pelle è bagnata

L’acqua e l’umidità eccessiva costituiscono un pericolo per la pelle, perché se la pelle bagnata non viene curata in tempo le sue fibre si allargano, l’acqua evapora e la pelle resta secca e priva di tono. Insomma, perde elasticità e lucentezza! Come evitarlo? Occorre pulire la pelle quando è ancora bagnata e poi bisogna farla asciugare a temperatura ambiente. Attenzione perciò a non mettere i finimenti e gli accessori vicino a fonti di calore, perché se è vero che si asciugheranno prima, rischieranno di seccarsi e irrigidirsi.

Cosa fare se la pelle è danneggiata

La morbidezza e la finitura lucida vengono conferite alla pelle da speciali trattamenti oleosi applicati in fase di colorazione. Con il tempo, gli oli applicati per questi trattamenti scompaiono e la pelle perde le caratteristiche che ce l’avevano fatta amare così tanto. Per fortuna, per donare nuova vita alla pelle esistono ormai molti prodotti, tutti a base di oli idratanti, che in alcuni casi hanno effetti immediati, e nei casi più gravi di pelle secca devono essere lasciati in posa per diverse ore per ottenere i benefici sperati.

Cosa fare se la pelle è screpolata

Se il cuoio è molto secco, sulla sua superficie possono comparire delle sottili “rughe” o delle screpolature vere e proprie. In quel caso, esistono oli e balsami che, una volta applicati, migliorano l’aspetto della pelle e minimizzano i suoi difetti.

Cosa fare se la pelle presenta muffe o funghi

Se la manutenzione del cuoio avviene spesso e nei tempi giusti, si ridurrà il rischio che venga aggredito da muffe e funghi. Ma se ormai il danno è fatto, potete stare tranquilli: non è un danno irreparabile! Con i prodotti giusti, infatti, potete rimuovere gli ospiti indesiderati e far tornare la pelle a splendere. Certo, ci vorrà un po’ di pazienza, e in alcuni casi delle applicazioni ripetute, ma alla fine riuscirete nell’impresa!

Tags: ,


Questo articolo è stato letto 1288 volte.


Autore dell'articolo

Giorgia

Sono una web writer eclettica e aperta a qualsiasi tema. Acrivo di tutto, ma le mie passioni principali restano lo sport, i viaggi e la buona tavola. DI recente, ho scoperto il mondo dell'equitazione scrivendo per una selleria e vorrei presentarla sul vostro sito! Spero di ricevere una risposta e nel frattempo vi ringrazio per la vostra attenzione!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to Top ↑